24 marzo … il Pd di Ciampino per non dimenticare le fosse Ardeatine

Il 24 marzo del 1944 i tedeschi uccisero 335 persone in una cava sulla via Ardeatina, a Roma.

L’eccidio fu una rappresaglia per l’azione partigiana del giorno precedente in via Rasella. Una delle tante azioni di guerra aveva colpito al cuore il nazismo e 33 soldati del Polizei-regiment «Bozen» erano morti. I tedeschi lavorarono in fretta. Con la complicità delle autorità italiane asservite al nazismo presero 335 uomini in poche ore, 10 uomini per ogni nazista ucciso. Un giorno dopo erano tutti morti. Mani legate dietro la schiena, colpiti alla nuca e sotterrati da una montagna di terra.

I tedeschi, dopo aver compiuto il massacro, infierendo sulle vittime, fecero esplodere numerose mine per far crollare le cave ove si svolse il massacro e nascondere, o meglio rendere più difficoltosa, la scoperta di tale eccidio.

Sono trascorsi 75 anni da quell’eccidio e il ricordo di quei 335 uomini è scolpito nella nostra memoria come quello di tanti uomini e donne vittime spesso innocenti della guerra e questo non deve limitarsi a far volgere il nostro sguardo e i nostri pensieri a un periodo tragico del nostro passato. Deve piuttosto richiamarci ai valori di quanti ne furono protagonisti e artefici, alla loro energia, alla loro volontà e al loro coraggio che in quei giorni di barbarie permisero alla nostra Nazione di risollevarsi.

Ed è ancora più importante richiamarci a quei valori per il periodo buio che stiamo vivendo perchè gli esseri umani non sono numeri. Non sono corpi esplosi sotto un bombardamento americano o un razzo Qassam, morti di malattie curabili in terre dove non arrivano i farmaci o schiacciati da un camion sulla Promenade des Anglais. Non sono numeri quelli che non trovano lavoro, che non arrivano alla fine del mese. Non sono numeri quelli che arrivano dal mare al momento sbagliato, nel paese sbagliato che gli chiude i porti in faccia.

 

Annunci

Scriviamo insieme il programma elettorale!

Il Partito Democratico di Ciampino avvia un confronto aperto con tutta la cittadinanza per costruire il programma a sostegno della candidatura del sindaco civico Giorgio Balzoni alle prossime elezioni amministrative.

La nostra presenza domenicale in Piazza della Pace sarà destinata, a partire da domenica 24 marzo, ad accogliere proposte di tutti coloro che vivono e operano nel Comune

Ci rivolgiamo dunque a tutti coloro che si riconoscono in una proposta politica di centrosinistra, alle associazioni, alle forze sociali del territorio e a tutti i cittadini che vorranno portare il proprio contributo.

Sarà il partito a fare sintesi degli stimoli ricevuti per condividerli e discuterli con il candidato Sindaco e con tutte le forze politiche che verranno a far parte della coalizione alla luce delle loro proposte programmatiche.

Siamo profondamente convinti che in questo modo potremo davvero avere un protagonismo diffuso nella costruzione del futuro del nostro territorio e dare concretamente vita a quel percorso di partecipazione che, da sempre, abbiamo detto di considerare base essenziale per il programma di governo dei prossimi cinque anni.

Il 21 marzo esponiamo tutti una bandiera dell’Europa

Giovedì 21 marzo, giorno in cui il calendario festeggia San Benedetto, patrono d’Europa, parte la campagna di sensibilizzazione in corso in tutta la Ue per il rilancio degli ideali di pace e di cooperazione sui quali si fonda l’Unione Europea.

L’appello, lanciato in Italia da Romano Prodi, prevede di esporre la bandiera blu con le stelle gialle, simbolo di pace e prosperità, a partire dal 21 marzo e fino alle elezioni europee, per lanciare il messaggio che l’Italia ha bisogno dell’Europa, così come l’Europa ha bisogno dell’Italia. Perché senza Europa il nostro Paese non ha futuro. Continua a leggere Il 21 marzo esponiamo tutti una bandiera dell’Europa

CIAMPINO, è partita l’operazione asfalto: 270 mila euro per la prima fase del piano asfalti.

Sono moltissime le richieste di informazioni che stanno arrivando presso la sezione di Via Due Giugno da parte di nostri concittadini rispetto agli interventi di rifacimento del manto stradale che in queste settimane stanno riguardando molte strade della nostra città.

Nonostante gli inevitabili disagi alla circolazione la città ha accolto con soddisfazione tali interventi che vedono il ripristino della sicurezza nelle strade a più alta percorrenza del nostro territorio. Continua a leggere CIAMPINO, è partita l’operazione asfalto: 270 mila euro per la prima fase del piano asfalti.