Si sblocca l’iter per la realizzazione del sottopasso alla stazione ferroviaria

SgkG5tiqA Ciampino c’è un’opera strutturale molto attesa, che dopo anni di stasi potrebbe finalmente entrare nel vivo. Stiamo parlando del sottopasso di Casabianca, un intervento di cui si parla dal novembre 2001e che si innesta lungo la via dei lagh0 , all’altezza della stazione ferroviaria di Casabianca.  

Una grande opera fantasma, presente solo su carta e nelle volontà istituzionali, ma che rivive oggi di nuove speranze.

L’iter amministrativo si muove, seppur a piccoli passi, ed è l’ex primo cittadino e attuale consigliere regionale  del Partito Democratico, Simone Lupi, a raccontare lo stato dell’arte: “In questo momento si sta predisponendo un protocollo tra i vari Enti competenti: la Provincia di Roma, il Comune di Ciampino, la Regione Lazio e l’Astral che dovrà realizzare le fasi successive dell’opera: dalla progettazione esecutiva fino alla realizzazione.

Ma in cosa consiste l’opera?

“Il documento stabilisce – rimarca l’ex sindaco aereoportuale – la cessione della progettazione della Provincia di Roma alla Regione Lazio che poi lo metterà in capo ad Astral. Il Comune di  Ciampino sarà l’Ente beneficiario mentre la Regione Lazio finanzierà i lavori di costruzione del sottopasso di Casabianca”. Lavori che, si stima avranno un importo complessivo che sfiora i dieci milioni di euro.

“E’ chiaro che tutto questo – dice Lupi – verrà sottoscritto nel momento in cui si comprenderà nello specifico, va detto con molta trasparenza,  quante risorse finanziarie ci saranno effettivamente nelle prossime tre annualità per la realizzazione dell’infrastruttura che è stata inserita dall’Amministrazione Zingaretti tra le opere strategiche e atte al miglioramento della viabilità del territorio regionale, in particolare di Ciampino e dei Castelli Romani: è senza dubbio un’opera importante  per tutta la comunità del comprensorio, che vive quotidianamente il disagio di non riuscire – conferma Simone Lupi – a circolare in maniera fluida, trovando nel passaggio a livello di Casabianc a, una grande difficoltà di viabilità.

Ciampino rappresenta la porta dei Castelli e una infrastruttura come il sottopasso renderebbe migliore la qualità della vita ed il flusso veicolare, sia verso  la Capitale che verso i Castelli Romani “.

Quali le tempistiche  legate all’iter amministrativo?

Si punta a cantierare l’opera tra l 2017 e il 2018.

Marco Montini – Giornale della Provincia – Il Tempo

Annunci