La maggioranza, l’opposizione e le dinamiche strutturali del sistema

Nei sistemi di governo territoriali ma anche nazionale, riferendosi agli eletti, si ha a che fare con una parte maggioritaria che sostiene un governo e una parte che invece si colloca all’opposizione.

Cosa fa l’opposizione? Si dice che svolge una funzione di controllo e in parte questo è vero. Certamente, soprattutto a livello nazionale, cercherà di collocare i propri uomini in commissioni, centri di potere, per radicarsi maggiormente in posizioni che contano. Ma qual’è il vero e più importante obiettivo dell’opposizione? Chiarissimo, screditare il governo in carica per preparare il terreno per le prossime elezioni. Quindi guadagnare consenso. Qualsiasi dibattito a cui si assiste consiste in uno scontro dialettico in cui l’opposizione cercherà di dimostrare che il governo sta sbagliando tutto mentre la maggioranza spiegherà, in un linguaggio eticamente molto più corretto, che sta portando avanti obiettivi importanti. Con qualche variante comica come quando difronte all’impossibilità di screditare un provvedimento gradito ai cittadini si asserisce che è stato fatto un copia incolla del proprio programma o che finalmente la maggioranza sta adottando dei provvedimenti da loro suggeriti da tempo.

Si fanno comunicati da parte dell’opposizione che minano costantemente la credibilità del governo e, mentre la maggioranza è impegnata a portare avanti i provvedimenti necessari, l’opposizione quotidianamente si affanna ad accreditarsi come il miglior partito o il miglior movimento adatto a governare la città.

Ciampino non è certo esente da certe dinamiche. La cosa divertente è che i comunicati che vengono dall’opposizione non sono altro che gli obiettivi di governo acquisiti nelle commissioni consiliari e le normali azioni di pubblica sicurezza portate avanti dall’Amministrazione Comunale di concerto con il Comando di Polizia Locale.

Tutte cose per le quali se l’Amministrazione dovesse fare ogni volta un comunicato ci troveremmo i giornali locali invasi e una amministrazione paralizzata a parlare di se stessa.

Questo è quello che sta succedendo negli ultimi tempi a Ciampino dove il m5s si accredita gli interventi della Polizia Locale sugli effetti dei grandi temporali delle settimane scorse e dello straripamento dei fossi, interventi ripetuti e concordati tra l’Amministrazione ed il Comando di Polizia Locale e non certo del m5s. Abbiamo richiesto, quindi, un sopralluogo del Comando della Polizia Locale per verificare la situazione in loco e constatare il grado di rischio. A seguito del sopralluogo il Comandante ha provveduto alle dovute segnalazioni agli uffici che hanno eseguito ,in tempi record, un intervento di bonifica. Ringraziamo per la sua sollecita disponibilità e collaborazione che ha reso possibile la pulizia lampo” – questo è quello che si legge nel comunicato del movimento 5 stelle del 16 settembre che accusa l’Amministrazione di insensibilità al problema dei fossi.

Il Partito Socialista invece, a seguito del comunicato dell’Amministrazione Comunale con cui rende noto la concessione della rateizzazione del pagamento per i servizi educativi afferma che “ sicuramente è stato uno dei problemi che abbiamo sollevato qualche giorno fa e siamo soddisfatti che l’Amministrazione Comunale abbia agito per garantire i cittadini ciampinesi …”

Sulla possibilità, poi, che il servizio di gestione della sosta a pagamento possa tornare ad essere gestito direttamente dall’azienda speciale, argomento che si sta discutendo nella Commissione Economica Finanziaria di questi giorni, c’e’ addirittura una contesa tra il Partito Socialista che sostiene “era da sempre che lo chiedevamo … che il servizio di gestione della sosta a pagamento deve tornare pubblico” e il movimento 5 stelle che afferma Il Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle ha deciso di chiedere la discussione urgentemente in Commissione Economico Finanziaria la questione, con la finalità di assegnare direttamente il servizio alla società ASP SpA, a patto che esistano ovviamente i requisiti di legge.”

Questi sterili scontri, queste bagarre sistematiche mostrano una funambolica opposizione a Ciampino che ridicolizza la sua stessa responsabilità politica.

Noi del Partito Democratico, dal canto nostro, sappiamo bene di essere stati eletti per amministrare la città, pur nei disagi e nella scarsità delle risorse, tutto il resto conta ben poco, ed interessa probabilmente solo i giornalisti e “gli addetti ai lavori”. I cittadini hanno invece bisogno di guardare al presente e al futuro. Conteranno i risultati e non le gare di dialettica. I partiti di opposizione devono invece dimostrare la loro “forza” a tutti i costi, quella vivace forza insita nell’antipolitica, la cui retorica a tutt’oggi non pare aver elettoralmente funzionato. Saper amministrare è qualcosa di diverso, poiché trasporta quell’antipolitica nella vera politica. Quella dei fatti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...