bonus mamme domani

Bonus mamme domani 2017, 800€ di premio nascita: requisiti, ISEE e invio della domanda

arton40750-cabe3

Bonus donne incinte 2017, ecco tutto quello che c’è da sapere sul nuovo contributo per il sostegno del reddito delle famiglie stanziato con la Legge di Bilancio: requisiti, limite ISEE e come fare per richiederlo.

Bonus mamme domani 2017, 800€ per le donne incinte: chi può fare la domanda? Come richiederlo?

Il 2017 è arrivato e di conseguenza in questi giorni entreranno in vigore molti dei bonus famiglia previsti dalla Legge di Bilancio, compreso il nuovo aiuto per le donne in gravidanza chiamato anche “bonus mamme domani”. Per conoscere i dettagli di questo nuovo bonus mamme dovremo aspettare la pubblicazione del decreto attuativo, ma nel frattempo possiamo anticiparvene i contenuti.

Nella testo della Legge di Bilancio 2017 ci sono diversi contributi e bonus per le famiglie. Tra questi c’è il nuovo bonus nascite chiamato da molti “bonus mamme domani”, o anche “bonus mamme future”. Si chiama così perché a differenza del bonus bebè, questo viene erogato prima della nascita del bambino.

Quindi, dopo il Bonus Bebè 2017 arriva un nuovo aiuto economico per le famiglie, il bonus mamme domani. Oltre al bonus per le donne incinte, nella Legge di Bilancio c’è spazio anche per il voucher da 1.000€ destinato alle famiglie per sostenere le spese d’iscrizione degli asili nido pubblici e privati.

Inoltre è stato confermato il bonus bebè per 3 anni, mentre il SIA, la social card per il sostegno all’inclusione attiva, è stato esteso su tutto il territorio nazionale. Per tutti questi interventi a sostegno delle famiglie, compresa l’introduzione del nuovo bonus mamme, sono stati stanziati 600 milioni di euro.

Di seguito trovate tutte le informazioni che cercate sul nuovo bonus mamme “domani”, il contributo INPS destinato alle donne in gravidanza che soddisfano determinati requisiti. Come fare domanda? Quali sono i requisiti? Ecco tutto quello che c’è da sapere sul bonus mamme domani 2017.

Bonus mamme 2017: come funziona?

Cos’è il nuovo bonus mamme domani 2017? Se siete in dolce attesa sarete sicuramente interessate al nuovo bonus da 800€ per le donne incinte.

Si tratta di una misura prevista dalla Legge di Bilancio 2017 il cui obiettivo è sostenere il reddito delle donne in gravidanza. Infatti, come ben sapete, tra ecografie, visite specialistiche e farmaci, durante la gravidanza vengono spesi molti soldi. Senza dimenticare quelli che dovrete spendere per l’acquisto dei prodotti per la prima infanzia.

Per questo motivo il Governo ha scelto di erogare un bonus di 800€ per le future mamme. Questo non è l’unico intervento della Legge di Stabilità a sostegno delle famiglie, poiché come abbiamo già visto c’è stata la riconferma del bonus bebè, un contributo di 960€ per i primi tre anni di vita del bambino, e del bonus baby sitter, pari a 600€ per tutte le famiglie che rinunciano al congedo facoltativo.

Il bonus 800€ per il premio alla nascita verrà corrisposto in unica soluzione dall’INPS e non concorre alla formazione del reddito complessivo. Per richiedere il bonus mamme domani bisogna avere un ISEE basso? Vediamolo di seguito.

Bonus mamme domani 2017, requisiti: chi può richiederlo?

I primi mesi di gravidanza, dal punto di vista medico, sono i più a “rischio”. Per questo motivo per richiedere il bonus mamme bisognerà aver superato il 7° mese di gravidanza.

Inizialmente si pensava che per richiedere il bonus per le donne incinte bisognasse avere un reddito ISEE non superiore ai 25mila euro.

Tuttavia, l’emendamento che proponeva la soglia ISEE di 25mila euro per fruire del bonus mamme domani e del bonus asilo nido non è stato approvato alla Camera dei Deputati.

Quindi, questo bonus nascite sarà destinato a tutte le future mamme.

Bonus mamme domani 2017: perché dopo il 7° mese?

bonus_mamme_future_2017_bonus_nascite_800eur-f2090

Probabilmente molte di voi si staranno chiedendo perché il bonus nascite verrà erogato solamente dopo il settimo mese di gravidanza. La risposta è semplice, anzi ci sono due motivi differenti, uno economico e l’altro medico.

Il primo motivo riguarda l’aumento delle spese che solitamente c’è dopo il settimo mese, quando bisogna cominciare ad acquistare tutto il materiale che servirà per i primi mesi del nascituro. Il secondo è un motivo prettamente medico. Infatti, dopo il settimo mese gli episodi di interruzione involontaria della gravidanza sono più rari.

Bonus mamme domani 2017: come fare domanda?

Per fare domanda bisognerà aspettare ancora un po’. Infatti, il bonus mamme entrerà in vigore solamente nel 2017 quando verrà emanato un decreto attuativo e una circolare INPS in cui verranno chiarite tutte le condizioni per richiedere il premio.

Trattandosi di un bonus INPS, però, la procedura per l’invio della domanda dovrebbe essere la stessa di quella del bonus bebè e del voucher baby sitter. Quindi, la richiesta andrà inviata all’INPS per via telematica.

Nel dettaglio, per una donna incinta può inviare la domanda per il nuovo bonus nascite per il 2017:

  • direttamente online se possiede il PIN dispositivo INPS. Anche in questo caso, però, bisognerà aspettare che l’INPS emani una circolare con tutte le informazioni;
  • telefonando al numero verde INPS;
  • chiedendo informazione a CAF e Patronati o a qualsiasi ente intermediario abilitato ad autorizzare l’invio telematico delle domande INPS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: